Feeds:
Posts
Comments

Archive for the ‘In-Depth’ Category

SS. Trinità dei Monti

La Chiesa di Trinità dei Monti è stata costruita per volere dei Francesi, che hanno acquistato il terreno per costruire il Convento dei Minimi. I Minimi erano frati dell’ordine di San Francesco di Paola, molto vicino al Re di Francia Louis XI. La chiesa originale, con le volte ogivali e a forma gotica fu iniziata nel 1502. Nel corso del ‘500 si fanno delle modifiche, ma i testi non sono molto d’accordo sui architetti che vi hanno lavorato. C’è chi dice Della Porta, c’è chi dice anche Carlo Maderno, chi dice che la scala di accesso alla chiesa è di Domenico Fontana, chi dice che è su progetto del Michelangelo… che confusione!

Ad ogni modo, questa chiesa ad un’unica navata, contiene alcune opere manieristiche molto interessanti, come già menzionato, la Cappella Della Rovere con un ciclo di affreschi di Daniele da Volterra, contenente l’Assunzione. Altre opere sono La strage degli Innocenti, la Presentazione al Tempio.

 L’altra cappella affrescata da Daniele da Volterra è la cappella Aldobrandini con la Deposizione, che in realtà dovrebbe chiamarsi ‘Discesa dalla Croce’.

Poi abbiamo la Cappella Massimo, di  Perin del Vaga, autore del Ciclo Antico e Nuovo Testamento, completato dai fratelli Zuccari.

Nel convento invece, frequentato da frati Minimi di nazionalità francese, si trova oltre alla bellissima Stanza delle Rovine, che rappresenta il mito dell’antico in rovina, fu decorata ad affresco con gusto e con intenti sottilmente intellettuali, vi sono anche due pitture anamorfiche, ma sull’autore i testi non li vedo d’accordo. Uno dice Maignan, l’altro dice Nicèron.

Concludo con un dipinto di Van Wittel, dove si vedono un bel dislivello di 22metri alberato tra la chiesa e la Barcaccia, perché ancora mancante di scalinata e di obelisco

Read Full Post »

Dettagli sull’ insula

Santa Rita alle pendici del Campidoglio, sulla destra la scalinata dell’Aracoeli

Il nome di San Biagio de Mercato deriva dal fatto che nel Medioevo il mercato cittadino si trovava proprio ai piedi del Campidoglio, vicino alla chiesa. La chiesta fu edificata dalla famiglia Boccabella nel XI sec., come dimostrano la citazione di Cencio Camerario e le tombe della famiglia Boccabella.

Nel XVI diventa Santa Rita da Cascia, quando nel 1665  Monsignor Crusciani da Cascia la ottiene per i Casciani, e sotto Alessandro VII Chigi, Carlo Fontana la riedifica completamente nello stile del tempo (Incisione qui a destra)

Durante la costruzione del Vittoriano, a partire dal 1885, si sono trovati sia le strutture dell’antica chiesa di San Biagio, sia le strutture dell’insulsa del 2.sec., oltre ad un tratto di mura serviane, un mastodonte, argille fluviali, banchi di sabbia e delle latomie nei sotterranei in tutta l’area del Campidoglio (sembra che furono utilizzate come rifugio antiaereo durante la II guerra mondiale).

Durante l’era fascista  con gli sventramenti e la costruzione delle borgate, anche in questa zona si e’ ricorso ad espropri e demolizioni per far spazio alla Via del Mare che collega il Campidoglio ad Ostia. Fu isolato il Campidoglio, distrutti interi quartieri (per non parlare della affascinante Piazza Montanara….) e  scomparvero così molte piazze, chiese e luoghi tipici e tradizionali della Roma Medievale.

La chiesa Santa Rita fu completamente smantellata nel 1928, portando alla luce l’insula. Il piano originario con il piano di riedificarla nello stesso posto dopo la creazione della via del Mare – cosa mai messa in pratica. Fu invece ricostruita in Via Montanara, vicino a Piazza Campitelli, ed è attualmente una chiesa sconsacrata adibita ad incontri, concerti e conferenze.

Scalinata del Campidoglio e palazzo affianco

Scalinata Campidoglio durante le demolizioni dei palazzi

La chiesa Santa Rita fu completamente smantellata nel 1928, portando alla luce l’insula. Il piano originario con il piano di riedificarla nello stesso posto dopo la creazione della via del Mare – cosa mai messa in pratica. Fu invece ricostruita in Via Montanara, vicino a Piazza Campitelli, ed è attualmente una chiesa sconsacrata adibita ad incontri, concerti e conferenze.

Read Full Post »